lunedì 30 novembre 2009

LE AMBIGUE RELAZIONI DEGLI ADULTI

Con il tempo le relazioni tra le persone diventano sempre più ambigue:

tradimenti affettivi o sessuali, terze persone che gravitano attorno ad un rapporto di coppia, volontà di qualcuno di andarsene, amore-odio per la stessa persona, magari quella più amata, dedsiderio di stare con qualcuno ma anche di lasciarlo, bisogno di avere accanto una persona ma anche averla lontana...

Sono solo alcune comuni ambiguità in cui ci si trova sempre più stretti da adulti.

Per questo il rapporto di coppia perde la sua attrazione: lo si vede per quello che è.

Un gran casino.

L'unico modo forse per mettersi in gioco, e mantenere la capacità di amare qualcuno, è ricordarsi sempre di cosa stava vivendo quel bambino o quella bambina che eravamo nella sua famiglia di origine mentre stava con le emozioni e con i pensieri così come ci sentiamo ora e qui in questa relazione con quella persona.

Allora la relazione con l'altro lascia emergere qualcosa di più profondo dei problemi che ha l'altro: tira fuori i nostri problemi.

Da quelli si può ripartire nel rapporto.

Alessandro D'Orlando

Nessun commento:

Posta un commento