giovedì 31 marzo 2011

La libertà di essere lasciati


Essere lasciati rende liberi. Liberi di lasciare a nostra volta.
Possiamo lasciare chi ci ha lasciato, con amore.
Possiamo lasciare chi vorrà stare con noi, con amore, perchè abbiamo capito come sta chi viene lasciato.
Possiamo lasciare con amore soprattutto se sappiamo cosa significa non avere avuto amore.
Possiamo lasciare e essere lasciati fino a capire che nessuna delle due parti è facile.
Perchè quando lasciamo qualcuno in realtà stiamo lasciando qualcosa dentro di noi.
Sei sicuro, sei sicura che sia quella parte che era da tenere?
Sei sicura, sei sicuro che era quella la parte da lasciare?
Questa forse è la domanda più seria.

1 commento:

  1. Leggendo il tuo post una volta ho subito pensato al "lasciarsi" inteso come il lasciarsi di una coppia, lui che lascia lei o viceversa per intendersi, e mi hai riportato alla mente esperienze personali dolorose e mi sono chiesta come diavolo si può affermare che possiamo lasciare chi ci ha lasciato, con amore. Onestamente io non sono riuscita a farlo. Ho "lasciato" chi mi aveva lasciato nel senso che mi sono ormai staccata da quel dolore, ma non con amore.
    Poi però ho riletto il post e non so per quale strano motivo mi saltava agli occhi più e più volte ancora quella frase: "possiamo lasciare chi ci ha lasciato, con amore". E l'ho riletta da un altro punto di vista. Dal punto di vista della perdita di una persona cara, perchè Qualcuno la chiama in un altro mondo... E lasciando il ricordo di questa persona che vorremmo sempre accanto, lasciandolo con amore, senza dolore (perchè ormai elaborato) lasciando andare il ricordo, allora sì che questa frase mi torna.
    Sarò stata un po' arzigogolata, sorry... grazie per questi spunti preziosi.

    RispondiElimina