sabato 9 luglio 2011

Il brivido che non c'è

Cerchiamo il brivio nella trasgressione,

lo cerchiamo nel pericolo,

nel sesso,

nelle parole che iponoticamente ci richiamano ai valori delle gererazioni più antiche: onore, e cose del genere...


cerchiamo il brivido nel bluff, nell'azzardo, nel tentare contro la sorte o contro ogni probabilità.

Ma il brivido più potente sta nell'esporsi senza difese con il cuore al cuore dell'altro,

così com'è - sano o malato - così com'è.

E lasciare che esca questo amore sempre trattenuto, timoroso, paranoico.

E dopo stare con le conseguenze,

e reggerle

e trovare le cure che servono

e guarire

e ricominciare in quache altro modo.

Questo è il vero brivido, un brivido che non finisce mai.

Tutto il resto sono imitazioni.

AD

Nessun commento:

Posta un commento