martedì 16 aprile 2013

Vivere alla frontiera

Ogni volta che attraversiamo indenni una tentazione dell'ego,
l'abbiamo fatto anche per chi non ci sarebbe mai riuscito.

Ogni volta che andiamo oltre alla tentazione della violenza,
l'abbiamo fatto anche per chi ci è caduto.

Ogni volta che siamo andati oltre alla paura,
abbiamo sconfitto il mostro anche per chi ne sarebbe rimasto terrorizzato.

Ogni volta che abbiamo liberato un dolore ostinato e nascosto,
abbiamo alleggerito anche chi sarebbe rimasto al suo cieco servizio.

Così la nostra vita è collegata a quella di tutti,

e anche se sappiamo che non andremo molto lontano senza aver alleggerito quella massa di coscienza quasi inerte che avvolge  la maggior parte dell'umanità,

possiamo ancora paradossalmente continuare sulla nostra strada,
mettendoci al servizio di ciò che ci ostacola.

Nessun commento:

Posta un commento