giovedì 26 settembre 2013

Cravatte e Tailleurs e non con la clava



In ogni istante con il linguaggio chiediamo, consigliamo, ammoniamo o minacciamo, lavoriamo o ci divertiamo, alludiamo o colpiamo, difendiamo o critichiamo, condividiamo informazioni o agiamo con la parola nei mille modi che ha l'essere umano per comunicare...

senza sapere cosa teniamo tra le mani e come usarlo....

Parole che urtano il nostro cervello mentre parliamo
o quello di chi ci ascolta,

rubando benessere e energie, o dandole.

Ancora dall'uscita dalle grotte, non abbiamo idea della potenza della parola, non sappiamo padroneggiarla.

E ancora lasciamo ai maghi e stregoni della comunicazione usare questo potere,
senza sapere al mondo a cui rinunciamo,
senza immaginare cosa subiamo.

Quando smetteremo di credere di avere in mano una clava, o un ramoscello di ulivo,
che abbiamo in mano una bacchetta magica,
che possiamo imparare l'arte di usarla?

(Autore foto: Evan Shiels)

Nessun commento:

Posta un commento