giovedì 17 ottobre 2013

La vita è un immenso Outdoor Training

Puoi giocare a fare la guerra,
Copyright holder: MarcusObal,
GNU free documentation license
ma se ti puntano una pistola vera contro,
la sensazione è diversa.

Puoi fare finta di essere forte,
ma se ti muore un genitore cambia tutto.

Puoi dire che sei staccato dalle cose,
ma quando ti ammali scopri
l'attaccamento disperato alla vita.

Puoi anche dire che sei una persona solida,
ma davanti agli anni che ruggiscono
mentre ti vengono incontro sempre più minacciosi
non sempre, se sei onesto, le gambe sono così salde.

Puoi anche dire che sei una persona che capisce,
ma quando ti tradiscono la faccenda si fa interessante.

Così per andare oltre le maschere
all'essenza, giusto per iniziare a lavorarci sopra,
serve una situazione reale,
o quanto meno che si avvicina.

Come per una selezione o la formazione nell'Outdoor Training...
Solo che qua l'obiettivo non è un posto di lavoro o una promozione:
è semplicemente l'anima, affinchè si forgi come la spada nel fuoco.

AD

Note: immagine di Marcus Obal, GNU free documentation license



venerdì 11 ottobre 2013

L'infanzia che nessuno vede

Hai cercato la salvezza nell'invisibile,
nella divinità o tra gli angeli - dimenticando il bambino che sei stato.

Hai cercato nelle vite precedenti, passando oltre ciò che avevi davanti,
gli anni delle scuole materne e elementari,

hai cercato nella razionalità e nella psicologia la risposta alla tua confusione
ignorando che era il bambino a essere confuso dalle menzogne che lo circondavano.

Hai cercato la risposta nei soldi e nel lavoro e nella carriera o nel sesso
ignorando che era il desiderio di non ascoltare l'angoscia del bambino a guidarti.

Pensavi di avere ragione a non credere all'amore,
non sapendo che ti stavi identificando con quel bambino ferito.

Hai pensato che chi lo vedeva in sè era un pazzo o un debole,
gente da studio da psicologi.

Hai raggiunto santuari nel mondo intero,
maestri di ogni tipo,
pur di non vedere la sua angoscia,
pur di essere rendento,
redento dall'impegno di vedere quella sporca vergogna,
quello sporco, piccolo, irrazionale dolore.

Da sempre l'infanzia e i bambini vengono sopraffatti da volgarità e ignoranza,

sono secoli che questo accade,

e nello stesso tempo
il tempo e l'umanità e questa sporca storia possono fermarsi ora
con te,
se ti fermi allo specchio
e guardi allo sguardo triste che avevi allora,

A 5, 6, 8 anni.

Sarebbe la fine dell'inferno.

L'inizio del paradiso in terra.

a partire da te.






mercoledì 2 ottobre 2013

Anime morte


Ci sono persone che hanno perso in questa vita tutte le possibilità
di manifestare la propria umanità,
mangiati dall'Ego e dalla paura e dal desiderio,

hanno perso la compassione,
l'amore per la verità,
il desiderio di aiutare gli altri.

Non puoi riconoscerli perchè sembrano come tutti gli altri,
altre volte anche migliori,
più intelligenti,
più affabili,
più carismatici,
più cortesi,
più eleganti,

ma come dice il Vangelo, li riconoscerai dai loro frutti.

Non c'è altro modo che vedere quello che fanno,
perchè a parole
hanno foglie e fiori anche bellissimi.

Eppure qualcosa di strano succede, lo senti.
Saranno frutti sterili dove ci si aspettava succosi frutti,
oppure frutti velenosi anche se bellissimi,
o frutti orribili.

Basta che guardi a quello che fanno.

Il tempo rivela sempre la verità di tutto.

Il segreto è forse guardare al futuro e essere sensibili a ciò che verrà.
Un pò di preveggenza aiuta a distinguere il grano dalla pula.