sabato 3 ottobre 2009

L'illusione della scelta

"Fai della Tua Vita un Capolavoro!" (Make your Life a Masterpiece!)
Antony Robbins


Alle volte si ha l'impressione di poter scegliere: scegliere tra la notte e aggrapparsi a una scivolosa stallattite in una caverna buia.

O tra la solitudine e il dolore.

O tra un inferno di ghiaccio o uno di fuoco.

E alle volte si ha l'impressione che sia meglio la solitudine con qualcuno che da soli.

La paura, il terrore del nulla fissano lo sguardo orribilmente su un bivio in cui destra e sinistra non sono meglio dello schiantarsi al muro che si ha davanti.

In questi casi, solo la fede che sia possibile qualcosa di diverso può fare la differenza.

Una luce in fondo: che scalda poco, che è lontana, che non illumina.
Che guida solamente.

La vaga sensazione che possa esserci qualcosa di meglio.

Qualcosa di meglio tra morire per un sasso in testa o per una caduta da un ponte.

Serve aspettare.

Respirare.

Fermarsi.

Ansimare con l'asma se occorre.

Ma non è la luce che viene da te: sei tu che deve camminare in quel tunnel.
E potrebbe volerci molto tempo.

E devi tenere lo sguardo su quella luce.

Può non essere nulla.

Ma è tutto quello che hai. E potrebbe essere che è tutto quello che abbiamo sempre avuto per creare qualcosa che non c'è mai stato nella nostra vita, nè in quella della nostra famiglia.

Quella fede, quella piccola fede è ciò che ti porta verso l'eccellenza.

AD

Nessun commento:

Posta un commento