mercoledì 9 dicembre 2009

La scala della nevrosi

Nella relazione con gli altri possiamo conseiderare che esistono divers livelli di salute.

Al primo livello esistono persone che esistono solo nel carattere: sono pericolose e ci si deve proteggere. Hanno una completa cecità rispetto al mondo interno, hanno un completo desiderio di benessere, cambiano faccia non appena tocchi il loro dolore.
L'unica azione giusta è scappare.

Al secondo livello stanno i nevrotici: essi hanno bisogno di essere contenuti. Non sono pericolosi e vanno contenuti con l'autorità, le regole, il mettere dei limiti.
Se non rispettano i limiti allora anche qui è meglio scappare più che contenere.

Al terzo livello esistono le persone normali di ogni giorno: con esse ci si può relazionare senza grossi sforzi.

Infine ci sono persone di solo cuore: da esse ci si può far guidare.

Un errore comune per chi procede nella via dello sviluppo personale, è farsi impegolare in situazioni dove si riesce a vedere il cuore dell'altro - data la profondità della visione -, ma si sopravvaluta la propria capacità di relazionarsi con quel cuore, si sopravvalutano i propri strumenti e le proprie capacità.

é un peccato di arroganza che si sconta con grandi sofferenze personali.

Dopo queste sofferenze si può imparare a rispettare la chiusura dell'altro, si può avere la giusta distanza e lasciare l'altro nel suo inferno.

E procedere nella via della guarigione dal carattere.

Alessandro D'Orlando

Nessun commento:

Posta un commento